Síguenos en las redes sociales  

Nelson castro...

Un famoso giornalista argentino, Nelson Castro, narrò la sua storia e ci è parso di grande importanza condividerla: “Ho avuto una erisipela gangrenosa, non curata, e questa provocò il bisogno di una operazione per togliere i tessuti nocivi che mettevano a rischio la mia vita. Stavo per firmare un contratto con Cablevisión. Un dirigente mi chiamò e mi disse: - Non potrai mai più lavorare in televisione con quelle cicatrici; quindi, questo contratto non si firmerà mai. Gli dissi: - Non si preoccupi, vedrà che potrò. Il mio capitale é ciò che penso e dico, non la mia faccia. Il destino a volte é un paradosso, l’anno dopo fu lui che mi chiamò per fare un programma politico. Mi chiese scusa e, ovviamente lo perdonai, perché chiunque può sbagliare”.

Nelson Castro aveva due opzioni: (1) credere alle parole del dirigente e immergersi in una profonda depressione, o ... (2) affrontare la situazione con coraggio e infocarsi nella cosa più importante. Scelse la seconda opzione e oggi è uno dei conduttori più importanti e famosi della televisione argentina.

La stessa cosa succede in relazione alla nostra salute: i dottori ci possono dire, dopo vari studi, che abbiamo una malattia incurabile e che ci rimangono sei mesi di vita. In questo caso possiamo avere due diverse reazioni: se accettiamo il diagnostico e la sentenza di morte del dottore, inizieremo a contare i giorni che ci rimangono di vita e, molto probabilmente, quando arrivi il giorno zero, non ci saremmo già più. Se accettiamo il diagnostico, però no la condanna, e ci proponiamo confidare in Dio e andare avanti, c’è una percentuale molto alta di guarigione o di convivere con la malattia.

Le parole hanno un grande potere per mezzo della preghiera. Ogni parola elevata alla presenza di Dio può produrre il miracolo più straordinario che puoi immaginarti.

Más para Leer

blog-thumb
¡¡Feliz Navidad!!

17-12-2015


blog-thumb
Inocencia

07-04-2011


blog-thumb
¡¡Feliz Pascua!!

23-03-2018


Compártelo

Escríbenos

Déjanos un mensaje